• Scuola di teatro e cinema a Pescara

    Quando la didattica promuove la creatività

    Formare gli attori per riformare il teatro (e il mondo): il programma della scuola di teatro e cinema a Pescara gestita dal Giovane Teatro di Creazione è piuttosto ambizioso, perché cala i meccanismi della recitazione in un contesto più ampio di quello delimitato dai confini fisici del palcoscenico. L'intento dei docenti e di tutti gli esperti che collaborano alla realizzazione dei corsi si concretizza nel trasmettere la consapevolezza che bisogna approcciarsi alla recitazione con lo spirito di chi vive a pieno la propria esistenza, e viceversa.


    Come sottolineano i fondatori del Giovane Teatro di Creazione, tutti provenienti da esperienze diverse ma accomunati dalla medesima concezione di eclettismo espressivo, “L'obiettivo della... scuola è stimolare la creazione, promuovendo i linguaggi in cui si esprimono

    le doti fisiche e peculiari dell'attore attraverso lo studio e la tecnica, l'improvvisazione e la

    rielaborazione. Occorre riscoprire il valore dello stupore come atto iniziale, della presenza e del respiro, del sogno e della realtà, ma tutto in perfetta armonia gli uni con gli altri”.

    Gli allievi dei laboratori di recitazione e dei corsi sulle tecniche di regia (teatrale e cinematografica) vengono messi in condizione di affrontare la rappresentazione dei testi sceneggiati attraverso un vasto corredo di tecniche che valorizzano i loro strumenti espressivi, diretta emanazione del linguaggio del corpo.


  • WILLIAM SHAKESPEARE

    “Considero il mondo per quello che è: un palcoscenico dove ciascuno deve

    recitare la sua parte."

  • ​ENNIO FLAIANO

    “Quando la Scienza avrà messo tutto in ordine, toccherà ai poeti mischiare daccapo le carte.”


  • Il teatro e la sua disciplina

    Recita teatrale come gesto di libertà

    La scuola di teatro e cinema a Pescara si allontana da qualsiasi stereotipo accademico, e individua nel forte legame con la realtà la sua ragion d'essere. Chi intraprende il percorso che lo porterà a diventare attore deve distaccarsi dal retaggio del passato imposto come modello di perfezione e ricombinare gli aspetti della rappresentazione. In altri termini, la recita teatrale va considerata come un gesto di libertà.

    I programmi che vengono svolti presso la scuola di teatro e cinema a Pescara puntano ad aprire la mente: gli iscritti vengono sollecitati a sfuggire all'omologazione della società di massa e a rielaborare tutti i fenomeni circostanti in base alla propria peculiare capacità percettiva.

    Questo metodo li guiderà nella costruzione dei personaggi da portare in scena, ma potrà ispirarli anche nella vita.

    Mai come oggi, in un'epoca sconvolta da profonde crisi socio-economiche e pseudo scontri culturali, una scuola di recitazione potrebbe apparire a molti come superflua ed anacronistica... niente di più falso! La disciplina del Teatro è, al contrario, innovativa, stimolante e, oserei, rivoluzionaria!

    Innovativa, perché lo studente, mettendo in gioco se stesso, il suo corpo e le sue emozioni attraverso lo studio e l'interpretazione di innumerevoli personaggi, reinventa e scopre nuovi se stessi e nuovi percorsi per affrontare la realtà ed approcciarsi all'altro.

    Stimolante: osservare attentamente ciò che ci circonda, rielaborare con piena coscienza ogni

    percezione che ci giunge tramite i nostri sensi da ogni direzione, permette agli allievi di ritrovare una vitalità sopita.

    Rivoluzionaria! Si, una scuola di Teatro è quanto di più moderno e rivoluzionario.

    Se la società del consumismo “mordi e fuggi” richiede una massa di gente conformata ed inerme,

    fare Teatro si oppone all'appiattimento manipolato ed alla triste solitudine tecnologica ma senza

    rifiutarla in blocco: piuttosto se ne serve, la mette in scena evidenziandone i limiti e, perché no,

    punzecchiandola e smascherando i giochi di potere e la pochezza umana.

    La scuola di teatro e cinema a Pescara nata intorno al Giovane Teatro di Creazione può diventare il riferimento di tutti coloro che desiderano dedicarsi alla recitazione o alla regia, e cercano un'esperienza formativa in cui riconoscersi. Un corso strutturato in modo da fondere il contributo di più docenti specializzati in settori diversi.

    Gli allievi sono in grado di personalizzare la fruizione delle lezioni, scegliendo se optare per la versione annuale dei corsi oppure per i moduli trimestrali.

    Insieme al vantaggio pratico di suddividere la spesa in più tranche, la ripartizione in base a filoni tematici consente di dare la precedenza al gruppo di lezioni di maggiore interesse.

    Gli incontri didattici analizzano tutte le varie componenti dell'universo teatrale e cinematografico, spaziando nelle epoche passate per poi concentrarsi sul presente. I generi, i personaggi, l'improvvisazione, la scena: ogni spunto teorico viene affrontato per delineare con chiarezza il quadro in cui gli artisti andranno a muoversi.