• Corso di teatro a Pescara

    L'occasione di misurarsi con i classici e i grandi testi contemporanei

    Il corso di teatro a Pescara, presso il Giovane Teatro di Creazione - scuola di teatro e cinema, può essere fruito in versione annuale: questa modalità riunisce in un'unica successione i tre moduli tematici, che vengono considerati singolarmente da chi decide di frequentarli come laboratori trimestrali. Nel corso annuale, gli allievi – come coloro che scelgono la formula trimestrale – sono chiamati a seguire ogni settimana due lezioni della durata di due ore.


    Il vantaggio del percorso didattico ininterrotto è la continuità di apprendimento, a cui corrisponde un'evoluzione coerente con il metodo didattico alla base del programma. 

  • BUSTER KEATON

    “Un commediante fa cose divertenti;

    un BUON commediante fa divertenti le cose.”

  • JACQUES LECOQ

    “La Maschera Neutra mette l'attore in una condizione di scoperta, d'apertura, di disponibilità a ricevere. Gli permette di guardare,capire, sentire, toccare le cose elementari, con la freschezza della

    prima volta.”

  • Corsi annuali / Anno accademico 2016-2017

    1° Trimestre (Ottobre-Novembre-Dicembre): Tragedia classica, rituali e mitologia

    2° Trimestre (Gennaio-Febbraio-Marzo): Il Teatro della Fiera, I Buffoni

    3° Trimestre (Aprile-Maggio-Giugno): La Commedia e il Teatro contemporaneo


    Per partecipare, sono previsti i seguenti requisiti:  età minima di 15 anni, superamento della prova attitudinale d'ingresso, firma del contratto/regolamento, pagamento quota trimestrale + iscrizione. 


    Costo del corso annuale:  830,00 (iscrizione € 45,00). Quota associativa annuale € 50,00. 

    Pagamento € 280,00 alla firma del contratto (compreso iscrizione e quota associativa) + € 75,00 mensili per i restanti 8 mesi.


    Il regolamento del corso di teatro a Pescara, consultabile presso la sede della scuola di teatro, ammette la possibilità di quote sconto.


    Una solida formazione sulle basi del teatro facilita lo sviluppo della mentalità dell'attore, che fin dall'inizio deve imparare a mettersi continuamente in discussione, pur conservando un bagaglio di conoscenze a cui non potrà rinunciare. Le nozioni sulla tecnica per rielaborare il contenuto di un copione o per improvvisare le battute, quando il testo scritto non c'è, si riveleranno utili negli anni, in qualsiasi genere si decida di specializzarsi.

    Discorso analogo per la disciplina del corpo e per il continuo lavoro da effettuare sulla voce, nella dizione delle battute come nel canto.

    _______________________________________________________________________________________________________________________


    Temi e materie di studio

    Il Teatro silenzioso: gestualità e presenza scenica

    La Maschera Neutra e gli elementi naturali

    La respirazione diaframmatica

    Emissione del suono: la voce, il canto

    La scena tragica: il coro e il corifeo

    I riti tribali propiziatori e di guerra

    Magia, illusionismo e sciamanesimo

    Il sacro e il profano nella cultura medievale

    Nascita e sviluppo del Teatro di strada

    Il Canovaccio

    Le Maschere e gli stereotipi

    Personaggi e Contro-personaggi

    L'analisi dei testi e la rielaborazione

    L'improvvisazione e l'atto creativo

    Sceneggiatura e regia

    Le arti visive

    La recitazione cinematografica (in camera)

    Training fisico e arti marziali