• Corso di recitazione a Pescara

    Studiamo il teatro come metafora della realtà

    La scuola di teatro e cinema di Pescara sorta nell'ambito del Giovane Teatro di Creazione propone una sequenza di tre laboratori trimestrali di recitazione, che possono essere fruiti anche singolarmente. Ogni modulo del corso di recitazione a Pescara è incentrato su un preciso filone tematico, che viene affrontato nell'arco di tutto il laboratorio.

  • JERZY GROTOWSKI

    “Aprirsi a un altro essere rendendo possibile il fenomeno di una «nascita

    condivisa o doppia». L'attore nasce di nuovo - non solo come attore ma come

    uomo - e con lui io rinasco. E' un modo goffo di esprimerlo, ma quello che si

    ottiene è l'accettazione totale di un essere umano da parte di un altro.”

  • EDOARDO DE FILIPPO

    “Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male.”

  • Laboratori trimestrali / Anno accademico 2016-2017

    1° Trimestre (Ottobre-Novembre-Dicembre): Tragedia classica, rituali e mitologia

    2° Trimestre (Gennaio-Febbraio-Marzo): Il Teatro della Fiera, I Buffoni

    3° Trimestre (Aprile-Maggio-Giugno): La Commedia e il Teatro contemporaneo


    Per partecipare, sono previsti i seguenti requisiti: età minima di 15 anni, superamento della prova attitudinale d'ingresso, firma del contratto/regolamento, pagamento quota trimestrale + iscrizione. 


    Quota associativa annuale  50,00. Costo singolo modulo trimestrale:  320,00 compresa iscrizione (€ 45,00 a trimestre)

    Pagamenti:  180,00 alla firma del contratto (compreso iscrizione e quota associativa) +  85,00 mensili per i restanti due mesi.


    Il regolamento, consultabile presso la sede della scuola di teatro, ammette la possibilità di quote sconto.


    L'impegno richiesto con continuità è la partecipazione a due lezioni settimanali da due ore ciascuna, più la disponibilità nei week-end intensivi di prove che precedono i saggi-spettacolo. Alla fine del percorso formativo, infatti, i partecipanti sono chiamati a misurarsi con le tecniche apprese, condividendo la scena con i compagni di corso.

    Il programma relativo ai moduli del corso di recitazione a Pescara abbraccia l'intera storia del teatro e spazia fra i concetti fondamentali per la comprensione della messinscena.

    Vengono approfonditi gli aspetti legati alla scrittura per il teatro, come la sceneggiatura e, sull'altro versante, viene introdotta l'analisi dei testi. In altri termini, gli insegnanti cercano di offrire la panoramica più vasta sulle varie componenti che interagiscono nella stesura, comprensione e rappresentazione di un'opera per il teatro o il cinema.

    Non mancano le incursioni nella sfera mistica della rappresentazione, con riferimenti alle tradizioni delle culture primitive e all'illusionismo. Gli allievi apprendono anche le tecniche preparatorie di respirazione, che aiutano l'attore a compiere il processo di immedesimazione con il personaggio.

    I laboratori prevedono momenti dedicati all'allenamento e alla pratica delle arti marziali.

    _______________________________________________________________________________________________________________________

    Temi e materie di studio

    Il Teatro silenzioso: gestualità e presenza scenica

    La Maschera Neutra e gli elementi naturali

    La respirazione diaframmatica

    Emissione del suono: la voce, il canto

    La scena tragica: il coro e il corifeo

    I riti tribali propiziatori e di guerra

    Magia, illusionismo e sciamanesimo

    Il sacro e il profano nella cultura medievale

    Nascita e sviluppo del Teatro di strada

    Il Canovaccio

    Le Maschere e gli stereotipi

    Personaggi e Contropersonaggi

    L'analisi dei testi e la rielaborazione

    L'improvvisazione e l'atto creativo

    Sceneggiatura e regia

    Le arti visive

    La recitazione cinematografica (in camera)

    Training fisico e arti marziali